Psicopatologia della vita quotidiana


Sigmund Freud - January 1, 1970

Psicopatologia della vita quotidiana CoverPrefazione di Claudio Modigliani Introduzione di Flavio Manieri Traduzione di Cecilia Galassi Edizione integrale Psicopatologia della vita quotidiana, pubblicato nel 1901, descrive una delle strade percorse da Freud per raggiungere l’inconscio: l’interpretazione dei lapsus, delle dimenticanze, delle sviste, di tutte quelle disattenzioni apparentemente insignificanti, così frequenti nella nostra vita quotidiana. Ideale continuazione de L’interpretazione dei sogni, quest’opera estende il metodo psicoanalitico alle manifestazioni della veglia che tradiscono la presenza e la pressione degli impulsi inconsci. «Sono stato spinto ad occuparmi a fondo del fenomeno della momentanea dimenticanza di nomi propri dall’osservazione di certi particolari, assenti in alcuni casi, ma molto precisi in altri: non si tratta, allora, di semplice dimenticanza, ma anche di falso ricordo.» Sigmund Freud padre della psicoanalisi, nacque a Freiberg, in Moravia, nel 1856. Autore di opere di capitale importanza (tra le quali citeremo soltanto L’interpretazione dei sogni, Tre saggi sulla sessualità, Totem e tabù, Psicopatologia della vita quotidiana, Al di là del principio del piacere), insegnò all’università di Vienna dal 1920 fino al 1938, quando fu costretto dai nazisti ad abbandonare l’Austria. Morì l’anno seguente a Londra, dove si era rifugiato insieme con la famiglia. Di Freud la Newton Compton ha pubblicato molti saggi in volumi singoli e la raccolta Opere 1886/1921.

Il linguaggio segreto del corpo


Anna Guglielmi - January 1, 1970

Il linguaggio segreto del corpo CoverGiocherellare in continuazione con l'anello mentre qualcuno ci parla, allontanare un invisibile granello di polvere dalla giacca prima di rispondere a una domanda, accarezzarsi il mento in attesa di prendere una decisione¿ Sono tanti i gesti che spesso compiamo senza rendercene conto, eppure ognuno di essi ha un significato preciso e rivela spesso qualcosa di importante. Le parole possono ingannare; il corpo, però, non sa mentire. Parla una lingua che dà voce alle emozioni più profonde e più vere. Esprime quello che le parole non sanno o non vogliono dire. Diventa allora importante imparare a cogliere e interpretare il modo in cui una persona ci stringe la mano, si siede di fronte a noi o capire perché continua a toccarsi il volto mentre ci parla. I suoi gesti possono rivelarci se dietro all'adesione a una nostra proposta si cela una sincera approvazione, un disagio più o meno profondo oppure se il nostro interlocutore ci sta spudoratamente mentendo. Ma non solo. Conoscere il linguaggio segreto del corpo significa anche imparare a conoscere meglio noi stessi, scoprire quando ricorriamo ad atteggiamenti di chiusura o riusciamo a esprimere sicurezza e decisione. E può aiutarci a trovare strumenti e modi per rendere la nostra comunicazione più vera e efficace.

Meditation: The Essence


David Tuffley - January 1, 1970

Meditation: The Essence CoverThis eBook outlines the distilled essence of meditation practice. It is based on a broad study of the many meditation traditions that have grown up over time in different parts of the world. Once you know the essential basics, you can adapt the technique to suit your needs. Meditation is something that can be learned in a few minutes, but which can take a lifetime to perfect. The greater the truth, the more simply it can be expressed. Think of Einstein’s E=mc2 (the energy contained in an object equals the mass of the object multiplied by the square of the speed of light). Inner peace by definition comes from within and not derived from an external source, though the right external sources can occasionally trigger the inner experience. Many people in the busy, consumer driven societies of the 21st century have been told to seek fulfilment outside of themselves. Constant messages from the media tell us to define ourselves by owning the latest consumer products. Implicit in those messages is that you will feel unfulfilled unless you have those products and services. Consumerism is not necessarily a bad thing; it has led to a steady improvement in people’s quality of life in general. Consumerism is a problem in a person’s progress towards enlightenment when one’s perspective is limited to the view that consumerism is all there is. Meditation establishes primary attention on your inner self. You can continue to live in the material world, but that world must be put into its proper perspective as being your secondary reality. Meditation creates a peaceful inner space within which you can become aware of the more subtle aspects of yourself that have been hitherto obscured by the noise of the outer world. In this space, your Intuition grows stronger, revealing to you a rich stream of subtle knowledge to help you understand yourself and the world you find yourself in. Meditation can therefore lead to great happiness. Plus, it is free and completely natural.

Sirt. La dieta del gene magro


Aidan Goggins & Glenn Matten - January 1, 1970

Sirt. La dieta del gene magro CoverLa dieta preferita delle star: ha fatto perdere ad Adele più di 30 kg « Se pensate che sia una dieta "affamante" quindi potete stare tranquilli: Adele ne è la prova vivente, vista la splendida forma in cui si è presentata a Verona all'appuntamento con i suoi fan. Parliamo, infatti, di una dieta che lascia spazio sia al formaggio quanto al vino rosso, nelle giuste proporzioni, s'intende... » Elle « Il nuovo modello alimentare capace di farci dimagrire senza soffrire ». Dottor Nicola Sorrentino « La dieta di cui tutti parlano ». The Times « I cibi-meraviglia per perdere peso senza fatica ». Daily Mail Perdere peso in modo sano e veloce, preservando energia, tono muscolare e soprattutto il buon umore? Impossibile? Non con questa dieta innovativa. Il principio è semplice: consumare «cibi Sirt», cioè alimenti che contengono particolari nutrienti di origine vegetale che attivano le sirtuine, un gruppo di geni che stimolano il metabolismo, fanno bruciare i grassi e favoriscono la perdita rapida di peso. Nel vasto insieme dei cibi Sirt, oltre ad alimenti come fragole, noci, grano saraceno, peperoncino, tè verde, cavolo riccio, cipolla rossa e rucola... troviamo anche alimenti che mai avremmo immaginato di poter includere in una dieta, come l’olio extravergine d’oliva, il cioccolato fondente, il vino rosso e il caffè… L'eccezionale particolarità di questa dieta – che la rende pressoché unica – è infatti che si basa sull'inclusione e non sull'esclusione di cibi. Con il programma dei due medici nutrizionisti Aidan Goggins e Glen Matten, introducendo i cibi Sirt nella nostra alimentazione, possiamo perdere oltre 3 chili in una sola settimana, senza privazioni di alcun tipo. Oltre a ciò, la «dieta del gene magro» si rivela un ottimo strumento per recuperare il benessere e migliorare le condizioni generali della propria salute. Alimenti freschi, genuini, facilmente reperibili e adatti al nostro palato (forti sono i richiami alla dieta mediterranea) che combinati fra loro o con altri ingredienti danno origine a piatti gustosi: dai gamberoni saltati in padella alle uova piccanti strapazzate, dalla pasta al salmone affumicato ai tartufi al cioccolato. Tutto così buono e semplice che vi dimenticherete persino di essere a dieta!

Le ricette della dieta Dukan


Pierre Dukan - January 1, 1970

Le ricette della dieta Dukan CoverFinalmente l'attesissimo ricettario della dieta che è diventata un fenomeno mondiale. Il metodo rivoluzionario messo a punto dal dottor Dukan ha infatti già conquistato 15 milioni di persone. Il segreto è l'approccio semplice e "antifrustrazione", basato su quattro step che assicurano un dimagrimento rapido e definitivo. Nella fase di attacco si può spaziare, senza limiti di quantità né vincoli di orario, tra ben 78 alimenti ricchi di proteine; in quella di crociera si aggiungono le verdure, per poi approdare, ormai magri, alla fase di consolidamento, che reintroduce frutta, pasta e cereali. Infine, nella fase di stabilizzazione, si mangia ciò che si vuole per tutta la vita, 6 giorni su 7, a patto di seguire per un solo giorno alla settimana il regime a base di proteine pure. Ecco allora 400 ricette appetitose e facili da preparare, 50 delle quali create esclusivamente per l'edizione italiana, dedicate a chi intraprende questa dieta gratificante per il palato e l'autostima. Il pollo caramellato, il flan alla polpa di granchio, la mousse al cioccolato e la bavarese di formaggio alla vaniglia: dagli antipasti ai dessert, gustose e stuzzicanti proposte «dimagranti» che fanno dimenticare di essere a dieta.

Perché siamo infelici?


Osho - November 10, 2012

Perché siamo infelici? CoverSono forse tristi i fiori? E le piante? Se non è infelice una scimmia, perché tra tutte le creature viventi deve esserlo l'uomo soltanto? Osho ci accompagna per i meandri dell'ego, quella parte dell'animo che l'uomo solamente possiede. E ci insegnerà, con racconti ed esempi, come mettere a tacere quella parte di noi che tanto spesso ci impedisce di raggiungere la felicità, cogliere i messaggi che il mondo esterno e le persone che amiamo ci lanciano, e ci costringe rimanere bloccati nei ruoli che ci imponiamo. Tratto da La danza della luce e delle ombre, pubblicato da Feltrinelli. Numero di caratteri: 61.065